ARTICOLI

Pannelli sandwich: una soluzione costruttiva efficiente e sostenibile

Pannello sandwich, Isodomus

Pannelli sandwich: una soluzione costruttiva efficiente e sostenibile

13 mag, 2021

L’edilizia contemporanea richiede prestazioni sempre più apprezzabili nel campo dell’efficienza energetica e dell’ecologia.

Costruire non significa più solo edificare. Un edificio oggi è parte integrante dell’assetto urbano e paesaggistico, qualunque sia la sua ubicazione e destinazione d’uso. Di conseguenza, quando ci soffermiamo sul concetto di costruzione, diamo anche molto valore alla progettazione e all’integrazione nel contesto urbano, nel rispetto della sostenibilità ambientale ed energetica.

I pannelli sandwich rappresentano una soluzione che va incontro all’esigenza di inglobare il concetto di sostenibilità con quello di funzionalità dell’edificio. 

Ideati per essere funzionali ed ecologici, essi sono realizzati in materiale isolante chiuso tra due facce solitamente in metallo, per offrire il massimo della coibentazione sia termica che acustica.

Dalle coperture e tetti, alle pareti esterne e interne, i pannelli sandwich trovano largo impiego nell’edilizia. L’uso di questi elementi costruttivi così apprezzati, infatti, lo ritroviamo diffusamente negli edifici destinati a utilizzo commerciale e industriale. 

Tuttavia, di recente, i pannelli sandwich coibentati sono di frequente applicazione anche nell’edilizia civile, ed in particolare quella residenziale. Ciò, soprattutto grazie a un design estremamente personalizzabile che li rende particolarmente versatili nel rispondere alle diverse esigenze costruttive e di stile.

Se ti interessa approfondire i vantaggi dell’utilizzo dei pannelli sandwich, leggi il nostro articolo: “I VANTAGGI DEI PANNELLI SANDWICH NELLA COSTRUZIONE A SECCO


I vantaggi costruttivi dei pannelli sandwich 

I pannelli sandwich consentono di velocizzare i tempi di costruzione in cantiere, in quanto sono prodotti pre assemblati o da assemblare.

Nell’edilizia a secco permettono di realizzare la cosiddetta stratificazione funzionale, ossia l’alternanza di strutture portanti e rivestimenti. Infatti, i pannelli coibentati sono progettati per essere ottimi mezzi di tamponamento, usati per ricoprire elementi portanti quali intrecci di pilastri e/o travi, o isolare telai e pareti strutturali.

Le loro dimensioni e forme adattabili offrono flessibilità costruttiva andando a riempire le maglie strutturali con superfici molto o mediamente estese. Inoltre, la loro estetica è pensata per offrire un aspetto moderno e industriale o più tradizionale a seconda dell’uso, sia esso previsto per le grandi costruzioni del settore produttivo, che per quello zootecnico o civile.

Questo tipo di pannello abbatte di molto i costi e i tempi di lavorazione in cantiere rispetto ai tradizionali materiali edili, in quanto non c’è bisogno di dover rispettare i tempi di posa di elementi come ad esempio il calcestruzzo, la malta, o il cemento.

In questi termini, quindi, il cantiere diventa luogo di montaggio e finitura liberando il progettista dai vincoli strutturali tipici delle altre tecniche costruttive.

New call-to-action

 

I miglioramenti energetici per un’edilizia green

L’aspetto più importante tra i vantaggi offerti dai pannelli sandwich è senza dubbio l’isolamento termico.

La coscienza dell’impatto ambientale è sempre più evidente in tutti i campi delle attività umane, per questo oggi le costruzioni devono essere sempre più sostenibili.

Ridurre i consumi energetici e le emissioni di anidride carbonica è diventato prioritario per tutta l’edilizia, oltre che una qualità apprezzabile sotto il profilo economico. Un edificio ben isolato permetterà di: 

  • Mantenere stabili le temperature dei locali interni; 
  • Migliorare le prestazioni termiche;
  • Ridurre notevolmente i costi di consumo.

Avere consapevolezza dei materiali costruttivi è il primo passo per raggiungere l’efficientamento energetico e quindi poter essere green nell’ambito del settore edilizio.

Isopan propone Isocop e Isodomus per coperture e pareti isolanti, prodotti che coniugano leggerezza strutturale ed efficienza termica.

Prima analizzare questi due pannelli, è opportuno conoscere la tecnologia Leaf. Si tratta di una soluzione elaborata dalla ricerca Isopan, al fine di rendere i suoi pannelli sanwdich maggiormente efficienti sia dal punto di vista energetico che ecosostenibile.

 

LEAF, la tecnologia che rende unici i pannelli Isopan

Scegliere i pannelli sandwich Isopan significa anche acquistare un prodotto di alta innovazione e sicurezza racchiusa nella tecnologia LEAF.

Impiegare LEAF nei propri progetti rappresenta l’adozione di una tecnologia studiata appositamente per migliorare l’isolamento termico della schiuma poliuretanica.

Ciò si traduce in:

  1. Spazi dei locali interni più ampi, grazie alla riduzione dello spessore delle pareti;
  2. Significativo abbattimento dei costi per gli impianti di riscaldamento e raffreddamento di circa il 20%.

La sua applicazione è particolarmente indicata per gli stabilimenti che ospitano cicli produttivi, o per quelle residenze urbane che necessitano di una ristrutturazione che porti a elevamento della classe energetica.

Progettare con l’utilizzo di LEAF, vuol dire portare valore a lungo termine agli edifici grazie alle elevate prestazioni nell’ambito della sostenibilità, ottenendo, inoltre, i crediti necessari per le certificazioni LEED e BREEAM.

Questo perché nella tecnologia LEAF anche la sicurezza al fuoco è certificata B-s1d0.
Tutti i materiali costruttivi sono realizzati in assenza di prodotti alogeni e agenti ritardanti di fiamma. In caso di incendio, quindi, all’interno degli edifici non si sprigionano fumi e sostanze tossiche derivate dalla combustione dei materiali isolanti.

Ora che abbiamo approfondito la tecnologia Leaf, analizziamo ora i pannelli sandwich Isocop e Isodomus.

 

Pannelli sandwich Isocop

Isocop è il pannello ideale per rivestire tetti di grandi dimensioni o per rifacimenti di coperture nell’edilizia industriale e civile.

La coibentazione è garantita dal core in poliuretano racchiuso tra due lamiere di rivestimento metallico.

L’aspetto profilato a 5 greche dei pannelli Isocop permette di aumentare la resistenza ai carichi degli agenti atmosferici, per questo può essere impiegato come affidabile soluzione anche per le pareti di edifici destinati al settore industriale e zootecnico. Disponibile in 10 varianti di colore.

Approfondiamo ora quali sono le specifiche di Isocop:

  • Doppio rivestimento metallico;
  • Isolamento in poliuretano espanso;
  • Resistenza ai carichi grazie al profilo a 5 greche;
  • Versatilità di utilizzo per tetti e pareti.

 

Pannelli sandwich Isodomus

Isodomus è il pannello sandwich dal design pensato per simulare la forma di tegola o coppo. A differenza dei coppi e delle tegole, però, il pannello sandwich Isodomus impermeabilizza dall’umidità grazie alla coibentazione in poliuretano racchiuso in un doppio rivestimento metallico.

È progettato per resistere all’azione di neve, pioggia, grandine, oltre che a quella del vento e del sole. L’aspetto che riproduce i coppi e le tegole lo rende adatto ad interventi in costruzioni residenziali, rurali e zootecniche. È disponibile in 4 varianti di colore, tutte sviluppate per meglio replicare l’effetto delle coperture tradizionali.

Le specifiche di Isodomus quindi sono:

  • Doppio rivestimento metallico

  • Isolamento in poliuretano espanso

  • Finitura a “finto coppo” (Isodomus Classic)

  • Finitura a “finta tegola” (Isodomus)

In definitiva, per un’edilizia che voglia definirsi green, si devono sempre considerare in primo luogo la qualità dei materiali, come quella offerta dai pannelli sandwich Isopan, e la tecnica costruttiva che meglio si adatta alle esigenze climatiche ed ecologiche dettate dal territorio.

Senza dimenticare, inoltre, che la resistenza ai fattori esterni, la sicurezza e la riduzione dei consumi energetici si traducono in abbattimento dei costi a lungo termine, e quindi un aumento di valore, elementi che non possono più essere tralasciati nella progettazione delle nuove costruzioni.

 

La certificazione FM Approved

Anche in tema di resistenza ai fattori esterni, di sicurezza e di risparmio energetico, Isopan assicura il valore dei suoi pannelli sandwich.

Ciò grazie al fatto che essi vantano la certificazione FM Approvals. Si tratta di un marchio riguardante i prodotti destinati all’utilizzo industriale e commerciale, dei quali attesta la conformità ai più elevati standard riguardanti sicurezza e affidabilità.

Con riferimento a questo duplice aspetto, FM Approvals assicura che i pannelli sandwich di Isopan (siano essi coibentati in PIR o in lana minerale), offrono eccellenti garanzie in riferimento a:

  • Resistenza agli agenti atmosferici;
  • Propagazione di incendio;
  • Mantenimento dell’integrità dell’involucro.

Pertanto, potendo vantare la certificazione in oggetto, i pannelli sandwich ideati da Isopan si pongono come elementi costruttivi affidabili, efficienti e a basso impatto ambientale, ideali per tutte quelle esigenze progettuali che intendano essere rispondenti ai criteri base dell’edilizia ecosostenibile.

Visita la nostra pagina dedicata per ricevere maggiori informazioni sui nostri pannelli sandwich FM Approved:

SCOPRI I PRODOTTI ISOPAN FM APPROVED

Scritto da

Cesare Arvetti - Research & Development Department
Cesare Arvetti - Research & Development Department

Esperto Isopan con più di 10 anni di esperienza nel mondo della costruzione a secco. L'Arch. Cesare Arvetti supporta i maggiori studi di architettura e di progettazione per individuare le soluzioni più adatte alle esigenze dei singoli progetti.

Vai alla scheda dell'autore

Iscriviti alla newsletter

Lascia i tuoi dati per restare aggiornato sui prodotti, i servizi e le attività di Manni Group